Trasporto scolastico in difficoltà per la crisi della Vincenzo Tundo

Trasporto scolastico in difficoltà per la crisi della Vincenzo Tundo

Confartigianato Trasporto Persone è disponibile a supportare le nuove esigenze

  • 15/09/2021

Dopo il forfait dell’ultimo momento della Vincenzo Tundo che ha acquisito numerosi appalti di trasporti studenti fatti tramite il SUIAM e contrattualizzati dai singoli comuni, le difficoltà che si sono registrate, potrebbero essere superate con la disponibilità di Confartigianato Trasporti che già nello scorso anno aveva messo a disposizioni pullman da turismo, mini pullman e van della capienza di 9 posti. Un parco tutt’ora disponibile che può essere utilizzato dando servizi efficienti e puntuali.

Le imprese del territorio, dichiara Gilberto Gasparoni segretario regionale di Confartigianato Trasporto persone, a differenza di quelle che provengono da fuori regione, ci mettono sempre la faccia, e difficilmente terrebbero un comportamento come quello che viene rappresentato sui media, che tutto va bene per poi la sera prima dell’attivazione del servizio comunicare l’impossibilità di effettuare il trasporto dei bambini da quelli delle scuole primarie.

E’ questo un fatto grave dato che il mancato avvio dei trasporti scolastici porterà sicuramente alla rescissione dei contratti, con la necessaria escussione delle fideiussioni che normalmente vengono richieste e tutto questo potrebbe impattare anche sui servizi svolti negli altri comuni. Già in passato Confartigianato Trasporti, sottolinea Gasparoni, aveva contestato questa procedura di appalto pubblico che ha desertificato le imprese del territorio che venivano marginalizzate dall’arrivo di questi gruppi senza radicamenti e strutture locali.

Confartigianato Trasporti conferma quindi la disponibilità delle imprese di trasporto persone a valutare eventuali richieste di collaborazione sia direttamente che facendo sistema con le aziende del trasporto pubblico locale o di noleggio per fornire un servizio essenziale per il regolare funzionamento delle scuole e dare risposte concrete alle famiglie che si trovano in grandi difficoltà per i mancati trasporti scolastici.

Indietro